giovedì 20 novembre 2008

La mia nuova Stihl 250

È già qualche giorno che non scrivo qualcosa sul blog, un po’ perché non ho molto da raccontare, un po’ di più perché ho mille cose da fare sul lavoro e nella vita quotidiana. Fortunatamente la corsa mi sta impegnando poco e le dedico solo 40 minuti al giorno. Scelgo, ovviamente, le ore più calde subito prima di pranzo, di solito inizio tra le 12:45 e le 13:15. Attualmente non ho in mente grossi obiettivi e mi alleno per il solo piacere di stare all’aria aperta e per restare in forma. Forse domenica farò una gara di 10 km qui vicino da me, a Tivoli. Ma non ne sono certo. Mi scoccia infatti la domenica mattina il dovermi alzare presto e tornare a casa tardi, quando tutti stanno aspettando per il pranzo. Preferisco dunque allenarmi da solo e dedicare parte del tempo a tutte quelle cose che non riesco a fare durante la settimana. Ad esempio domenica prossima sarebbe una buona occasione per mettere in funzione la mia nuova motosega Stihl 250 e tagliare gli alberi del bosco vicino casa mia. Assaporare l’odore del legno appena tagliato insieme a quello caratteristico del sottobosco è un vero piacere. E in più nel trasportare la legna si fa anche un po’ di potenziamento, che, visto il periodo, non fa di certo male. Staremo a vedere, soprattutto non distogliendo lo sguardo dal cielo, in quanto le previsioni mettono in conto la possibilità che cada la prima neve. Sarebbe davvero un bello spettacolo.

9 commenti:

Sarah Burgarella ha detto...

Forte! Io invece dopo la corsa della domenica mattina mi diletto con la mia nuova falce rossa, lama "Testa di Turco - Taglio Insuperabile" (appena battuta, falcia che è uno spettacolo!). La legna no, non c'ho il fisico :(

giovanni56 ha detto...

Fra i più bei allenamenti che ho nella memoria, all'isola d'Elba, mentre dei tagliaboschi facevano il loro lavoro, l'odore della legna appena tagliata, i passi felpati sopra alla segatura ... dietro ad una curva, uno scoiattolo sul sentiero.

Frate_tack ha detto...

Aaaa boscaiolo!! :-)

giuse ha detto...

buon lavoro marco!
complimeti per il titolo mondiale!
giuseppe de giacomo.

Marco ha detto...

Cara Sarah, neanche io ho il fisico da boscaiolo, ma faccio di necessità virtù :). L'importante è non fermarsi. Un caro saluto

Marco ha detto...

Caro Giovanni 56, gli odori che emana il bosco, soprattutto in questo periodo, uniti agli splendidi colori hanno l'effetto di uno "stupefacente". Un caro saluto

Marco ha detto...

Caro Frate Tack, purtroppo o per fortuna, anche boscaiolo. Maledetto me e quando ho deciso di comprare la motosega. Scherzi a parte è un modo davvero divertente per passare un pò di tempo all'aria aperta. Un caro saluto

Marco ha detto...

Caro Giuseppe, grazie per i complimenti e per gli auguri di buon lavoro. Un caro saluto ed in bocca al lupo anche a te

giuse ha detto...

ciao marco!
bravo per domenica!
le gambe cominciano a girare!
vai roccia!