sabato 1 novembre 2008

I miei angeli custodi

Con oggi è iniziato davvero il conto alla rovescia finale, quello più importante che mi condurrà alla gara di sabato prossimo. Oramai ogni cosa verrà fatta solo ed esclusivamente in funzione del grande appuntamento. In realtà non c'è molto da fare, se non aspettare e sperare che non ci siano problemi di particolare importanza e gravità da qui a sabato. Mi capita spesso di pensare a come sarà la gara, a come si svilupperà e a quale ritmi sarà impostata. Ciò mi capita prevalentemente durante gli allenamenti e, a volte, quando sono disteso sul letto. Durante la giornata, invece, i miei pensieri sono rivolti ad altri aspetti. Su tutti a quali cose portare con me nei giorni di permanenza a Tarquinia. Quali cose potrebbero risultare importanti per affrontare al meglio la gara ed evitare di avere gravi disagi. Molto dipenderà anche dalle condizioni meteorologiche. Se le previsioni daranno buone notizie, allora potrò partire senza dover provvedere a portare con me troppa roba necessaria per proteggermi. Certo è che se si dovessero prevedere cattive condizioni meteo, allora tutto cambierebbe. Altro aspetto importante è la gestione dei ristori. Conosco il percorso e so che i rifornimenti fino al 37esimo km dovranno essere consegnati all'organizzazione che li disporrà sui tavoli. Sarà quindi importante contrassegnarli con elementi che li facciano riconoscere subito. Credo che metterò un'asticella con su una bandierina, magari dell'Italia. Vorrei inoltre attaccare alla bottiglia anche qualcosa da mangiare. Si perché il mio problema più grande sarà l'alimentazione, visti gli alti consumi energetici che ho. Il mio metabolismo è talmente tanto accelerato che, anche se finisco di fare colazione un'ora prima della gara, non ho alcun risentimento a livello di stomaco in termini di digestione. Anzi dopo pochi km sento già la necessità di cominciare di nuovo a mangiare. Per quanto riguarda la parte del percorso in cui si entra nel circuito sono molto più tranquillo. Qui so che troverò i miei tre angeli custodi (uno per ogni ristoro) che non mi faranno mancare niente e che penseranno ad ogni cosa. É già previsto che stiano in collegamento tra loro attraverso telefonini e radioline per avvisarsi sulle mie condizioni e necessità. Chi sono costoro? Mio fratello Gian Luca e Serena, sempre presenti ed immancabili. Non ho corso nessuna 100 km senza il loro utile apporto, non solo materiale. E poi una grande new entry: il mio Amico Mauro Firmani. Chi vive e pratica il mondo delle Ultra italiane conosce senz'altro Mauro. Non passa di certo inosservato, non solo per la sua mole, ma per il suo spirito. È una persona stupenda, così come straordinarie sono le sue doti umane e la capacità di rapportarsi al prossimo. Non ci conosciamo da molto, ma la nostra amicizia è iniziata in un periodo molto particolare e proprio questo ha fatto si che si rafforzasse nel tempo. La sua volontà era di correre la 100 km per scendere sotto il muro delle 10 ore e riuscire a stare al mio fianco nei momenti in cui sul circuito lo avrei superato. Ma il suo sogno si è infranto un paio di settimane fa per problemi ai menischi. Forti dolori durante un allenamento ed inevitabile intervento chirurgico che ha fermato le sue ambizioni. A quel punto la scelta sul terzo angelo custode è stata inevitabile e Mauro ho accolto ciò con infinito entusiasmo. Conosco la sua serietà e professionalità, ma soprattutto la sua esperienza in campo atletico. Sono sicuro che, insieme a Gian Luca e Serena, non mi faranno mancare niente.

12 commenti:

Sarah Burgarella ha detto...

Come ho scritto ieri a Paola Sanna, forza Marco! Nel mio piccolo, ti auguro un grande in bocca al lupo!

mauro ha detto...

Grazie per le tue bellissime parole,come al solito sei troppo buono con me.Certo che con questo incarico mi hai restituito molto del morale perso dopo l'infortunioe certo anche che quel giorno faremo di tutto per farti stare tranquillo, poi venga quel che venga... ti vorremo tutti quanti lo stesso un mondo di bene

fabiodelpia' ha detto...

Ciao Marco,sono sicuro che farete un gran mondiale. Un grosso in bocca al lupo!!
E un in bocca al lupo anche a Mauro!
Fabio(quello della maratona del Piceno)

Anonimo ha detto...

caro marco. sei arrivato al dunque ti auguro un sincero in bocca al lupo spero che farai un grosso mondiale puntando al podio magari al centro del podio sabato verrò a vedervi e mi raccomando fatti valere e lotta fino in fondo. ciao. marco favorito.

giampiero ha detto...

Ciao Marco! Purtroppo un malanno alla gamba mi terrà lontano da Tarquinia, ma sarò lì con la testa a tifare Marco!! So dell'orgoglio che hai nell'indossare quella maglia azzurra e quanto questo ti servirà per volare in quei 100 km.
UN abbraccio.

Marco ha detto...

Cara Sarah, grazie davvero per l'incoraggiamento. Il mio unico sogno è di portare a termine la gara con il sorriso sulle labbra. Un caro saluto

Marco ha detto...

Caro Mauro, quello che ho scritto è il frutto di quello che sento, nulla di più. Mi sento fortunato perchè so di avere vicino delle persone che dell'atleta Marco non gliene importa poi così tanto, ma riescono ad apprezzare qualcosa che va oltre. Quella stessa cosa che ci farà essere felici comunque vadano le cose. Un caro saluto Schiappetta

Marco ha detto...

Caro Fabiodelpià, puoi stare sicuro che anche se non avessi specificato il fatto che ci eravamo incontrati al Piceno, lo avrei ricordato. E' stato troppo entusiasmante incontrare un blogger per la prima volta dal vivo. Così come è stato utile e bello scambiare 4 chiacchiere. Ti ringrazio per l'incitamento, anche da parte di Mauro, e ti invio un caro saluto

Marco ha detto...

Caro Marco Favorito, sono contentissimo del tuo post, ma il mio sogno più bello rimane quello di giungere al traguardo con il sorriso sulle labbra e con tanta gioia nel cuore. La posizione riveste poca importanza, l'importante è esserci. Quanto a te, mi raccomando, urla forte. Un caro saluto

Marco ha detto...

Caro Giampiero, mi spiace davvero che non potrai essere dei nostri. Sono sicuro, però, che riuscirò ad udire il tuo tifo anche da lontano. Spero di poter correre più forte anche perchè stimolato dai blogtrotters. Un caro saluto

Giancarlo ha detto...

Scegliendo Mauro hai scelto un grande, puntuale, preciso, appassionato e che ha di te grance stima. Sono certo che con gli altri tuoi due fidi assistenti formerete un gran team. In bocca al lupo a tutti voi per un gran traguardo da raggiungere.

Marco ha detto...

Caro Giancarlo, hai ragione ho la grandissima fortuna di avere delle splendide persone al mio fianco che non mi faranno mancare nulla, primi fra tutti la stima e l'affetto. Quanto a Mauro, non aggiungo altro, hai già detto tutto tu. Un caro saluto