martedì 5 maggio 2009

Un clima familiare

Lo avevo preannunciato, non era affatto facile fare poker e scendere per la quarta volta consecutiva sotto le 2h30’. Un po’ per la condizione fisica tutta da verificare, molto di più per la difficoltà del percorso che lega Barchi a Fano. Davvero troppi saliscendi impegnativi che, nonostante il dislivello favorevole di circa 300 m, rendono arduo correre sui tempi collaudati. Il tragitto è ben conosciuto ed illudersi è da sprovveduti. In più domenica a rendere ancora più improba la sfida si è aggiunto un fastidiosissimo vento che ha spirato con forte intensità per tutta la durata della gara. La parte terminale della maratona, gli ultimi 10 km quando scesi dalle colline si prende la parte pianeggiante, sono stati terribili. Un po’ di tregua la si è avuta solo nella parte del centro storico. Così il tempo finale di 2h33’38” non è da buttare via e rappresenta un buon viatico per l’imminente Passatore. Ma se da una parte non sono riuscito nell’impresa sopra citata, dall’altra ne ho compiuta un’altra davvero singolare. Senza volerlo ho siglato lo stesso identico tempo fatto registrare nell’edizione dello scorso anno. Un evento, credo, più unico che raro. Ciò mi fa ben sperare per la 100 km, infatti le difficoltà incontrate sul percorso quest’anno mi fanno capire che la condizione è sicuramente migliore di quella del 2008. Un’ultima considerazione è da farsi sulla gara e sul livello qualitativo che riesce in ogni edizione a mostrare. Annibale e i suoi collaboratori sono unici nel mettere su un’organizzazione perfetta in ogni dettaglio e a creare in un evento dell’elite un clima familiare. Il prossimo impegno il lunghissimo di 5 ore di sabato prossimo.

4 commenti:

Cristian ha detto...

Va beh! dai per questa volta ti perdoniamo che sei andato così piano, la pasta era già fredda quando sei arrivato ;-)
Per la coincidenza ti consiglio di dare un'occhiata a cosa ha fatto il mio coblogger Giuly...

http://mnrunning.blogspot.com/2009/05/ambo-maratona.html

Simone ha detto...

Direi un'ottima serie di maratone in preparazione del passatore!!!

Un grande in bocca al lupo per una gran performance al passatore.

Marco ha detto...

Caro Cristian, credevo di essere l'unico ad essere riuscito in un'impresa simile ed invece grazie a te ho scoperto che c'è chi è riuscito a fare molto di più. Ora non mi rimane che giocarmi i numeri. Speriamo bene. Comunque se dovessi vincere te lo faccio sapere. Un caro saluto e grazie

Marco ha detto...

Caro Simone, spero davvero che queste gare mi diano una buona condizione per il Passatore o almeno che non mi facciano fare la fine dello scorso anno. Intanto crepi il lupo. Un caro saluto