giovedì 8 novembre 2007

Quale finale per la 100 km?

Mancano oramai poco meno di 36 ore alla partenza della 100 km. E a quest’ora della sera i bravi atleti dovrebbero già essere a letto a riposare. Mi trovo invece a scrivere queste quattro righe sul mio blog per lasciare un segno del pre-gara, per raccontare le mie emozioni. Come ho avuto già modo di dire queste sono alterne e viaggiano in direzione positiva o negativa a seconda dei momenti. L’idea migliore sulla condizione fisica la potrò avere solo sabato mattina, ma già dall’allenamento di domani sarò in grado di presagire quel che sarà, almeno credo e spero. Nella conferenza di presentazione della 100 km di martedì scorso, tenutasi nella sala Tevere della Regione Lazio, diverse persone, sia giornalisti che appassionati di atletica leggera, hanno voluto chiedere a me e a Giorgio Calcaterra quale sarebbe stato l’epilogo della gara di quest’anno. In poche parole se il finale sarà uguale a quello dell’edizione passata, con un arrivo mano nella mano a suggellare le 7 ore di corsa. Su una cosa abbiamo concordato, sul fatto che le cose andranno diversamente, soprattutto perché c’è in palio la maglia di Campione Italiano di specialità. E soprattutto perché, proprio per tal motivo, i giudici non potranno accordarci di nuovo un arrivo ex-aequo. Sarà quindi una gara lunga e leale, con un unico vincitore sul traguardo. Con la possibilità però, non poi così remota, che ci possano essere colpi di scena tali da vedere protagonista chi per il momento non è dato tra i favoriti. D’altronde il proverbio recita: “Tra i due litiganti il terzo gode”…

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Caro cugi....questi proverbi non mi piacciono affatto!Indi....ricordati questo nella staccata finale:.!...spingi spingi spingi spingiiiiiiiiiiiiiiiiii.....!!Sei tu che devi avere quel podio!"
Ricordateloooooooooooooooooooooo

Io sarò lì a incitarti nei momenti più duri! non dico altro!
Un bacione grosso!

marta ha detto...

marco!sicuramente quel podio sarà tuo...tu come sempre dai il meglio di te...poi te l'ho sempre detto che tu sei un campione nn solo nella corsa ma anche nella vita e questo è fondamentale...ti sono vicina anche se non sarò li!....