mercoledì 24 settembre 2008

Con fiducia verso il lunghissimo

Sono passati altri due giorni e quindi al terzo, come da tradizione, mi sono apprestato al lavoro di qualità. Sveglia al mattino presto, colazione abbondante e via, diretti verso il campo di allenamenti, che poi altro non è che una strada secondaria di circa 6 km che mette in collegamento i due paesi di Sambuci e Cerreto Laziale. La comodità sta nel fatto che, nonostante la distanza da casa, è pressoché pianeggiante e soprattutto poco transitata. Passano più pecore che macchine. Comunque sia martedì mattina ho affrontato un lavoro che per le mie caratteristiche è a dir poco massacrante: 1x8000 a 3'15, 8' corsa lenta, poi 12x1000 aumentando 3" al km da 3'40 a 3'07. Sapevo benissimo di non poter correre i primi 8 km a 3’15”/km, ma ci ho provato dando il massimo che poi era la cosa fondamentale. Sono usciti ad un ritmo di gran lunga più blando (3’21”/km), ma non sono stato in grado di fare di più. Poi ho iniziato i mille con il recupero di 200 m da correre in un minuto. All’inizio le gambe andavano da sole, poi però i giochi si sono fatti più difficili. Nonostante tutto sono riuscito a rimanere in tabella fino al quartultimo da correre a 3’16”, poi gli ultimi tre ho un po’ ceduto e li ho chiusi in 3’16”, 3’14” e 3’12”. Alla fine meglio che niente. Sono abbastanza soddisfatto. Adesso guarda al lunghissimo da correre sabato prossimo, ma non ci voglio pensare troppo, visto che di tempo per farlo ne avrò abbastanza mentre lo correrò. Alla prossima.

6 commenti:

Frate_tack ha detto...

Urca che tempi!! C'arriverò mai io a quei tempi li? Sigh!!!

GIAN CARLO ha detto...

@Frate, no non ci arriverai...la vita è così.

ggi in Villa(pamphili) stava correndo Giorgio Calcaterra, volevo affiancarmi e chiedergli qualcosa sulla 100km dopo che avevo letto la discussione qui, ma lui andava tranquillo sotto 4 al km io già ieri avevo fatto un lavoro, avrei potuto regge 1km e allora è stato solo il solito Ciao.

Traduco...frate tu puoi migliorare, io no ed è già tanto, ma questi sono un altro pianeta

Massimo ha detto...

Gian carlo hai ragione...,un altro mondo,pero' la cosa che incuriosisce e' che con le tecnologie si riesce a vedere il lavoro che fanno questi campioni per essere pronti per le gare...

R. Davide ha detto...

Ciao, caspita leggevo il tuo blog..è interessantissimo! sopratutto perchè è raro vedere e leggere il lavoro di un grande atleta. Ho iniziato a leggere qualcosa, mi ha interessato una parte dove parlavi del fatto che se sbagli saranno stati errori tuoi..inoltre ho letto di un'allenamento che non avevi trovato in nessuna tabella..c'è tantissimo da leggere e imparare..grazie per quello che scrivi, per un'amatore è un tesoro..ciao

R. Davide ha detto...

Era provare per credere del 18 giugno scorso..ciao

Marco ha detto...

Caro Davide sei troppo buono. Sono contento se dai miei post e dai miei allenamenti riesce a trovare degli stimoli per i tuoi obiettivi. Un caro saluto