lunedì 29 settembre 2008

Il campione più grande

Solo stamane, leggendo i vari siti di atletica leggera, ho saputo della grandissima impresa dell'etiope Haile Gebrselassie che a Berlino ha stabilito il nuovo record mondiale sulla distanza di Maratona arrivando a correre i famigerati 42,195 km in 2h03'59". Non ci sono parole da aggiungere. Chi corre sa cosa vuol dire, chi non corre non può assolutamente immaginare ed apprezzare. Ed è forse proprio per questo motivo che i vari telegiornali italiani non hanno dato un minimo di spazio a questa impresa straordinaria. L'importante era soffermarsi sul primo gol di Ronaldinho al Milan e sul fatto che la Lazio fosse sola in testa al campionato di serie A. Qualche menzione in più per Valentino Rossi e per uno splendido Ballan. Poveri noi, grandissimo Gebre

15 commenti:

R. Davide ha detto...

Sono assolutamente d'accordo!!

Alessandro ha detto...

Concordo in tutto. Mi ha fatto enorme piacere conoscerti a Colonna, sei una splendida persona ed è bello che esistano persone così, credimi! Il bello dell'idea blogtrotters è proprio questa possibilità di incontrarci, conoscerci e diventare amici non solo virtuali.

Gianluca Rigon ha detto...

Ma che vergogna ! Alla domenica sportiva che ho guardato tutta apposta, nemmeno un cenno !
Grande Gebre !

Frate_tack ha detto...

Sono d'accordo anche io Marco! Anche se l'impresa di Ballan per noi italiani dovrebbe essere d'esempio di come lo sport vada interpretato!

Marco ha detto...

Caro Alessandro, anche a me ha fatto piacere incontrare tanta bella gente in quel di Colonna. Speriamo vi siano altre possibilità. Io ho proposto Dublino, chissà... Un caro saluto

Luca ha detto...

Ciao Marco; oggi per la prima volta ho scoperto il tuo sito... l'ho messo subito nei preferiti.
Da quasi runner ho letto dei tuoi risultati e più in generale del mondo delle ultra su riviste del settore... d'ora in avanti darò uno sguardo cliccandoti.
Ieri sera(domenica 29/09) per puro caso sono riuscito a vedere 3' di berlino su eurosport... Gebre volava sull'asfalto!!!
Quando la domenica sportiva e/o altro programma analogo faranno vedere servizi di imprese come quella di Gebre, è perchè il campionato di calcio italiano non esistera più! cioè mai.......
PS: da geometra (ho un piccolo studio di progettazione in provincia di bergamo) ho dato una guardata al Marco D'Innocenti "Il Professionista". Complimenti
Ciao

Marco ha detto...

Caro Luca, mi fa piacere poter condividere con te sia la passione per la corsa che per il lavoro. Sono contento che tu trovi interessante il mio blog ed il mio sito, anche se quest'ultimo sarebbe da aggiornare un pò più spesso. Ma come sai la vita è piena di impegni ed a volte è difficile stare dietro ad ogni cosa. Quanto al poco spazio dato all'atletica è un discorso fatto mille volte almeno. Credono che in Italia si viva solo di calcio, la realtà è che il calcio è l'unico sport che ci viene proposto. UN caro saluto

Mathias ha detto...

infatti è stata un'impresa mostruosa che non ha avuto alcun risalto, siamo messi male..forse quando qualcuno scenderà sotto le 2h..o è impossibile? che dici? vorrei capire da uno come te, che viaggia così forte, se questo muro è abbattibile o è oltre le possibilità umane!..

GIAN CARLO ha detto...

Ciao Marco, è stato un piacere averti conosciuto. Dei "grandi" avevo avuto modo di parlare solo con Giorgio e pensavo fosse davvero speciale ad essere sempre semplice e disponibile, ma devo dire che sei assolutamente della stessa pasta.
Forse anche Gebre è come voi !?!

AndreaDeF ha detto...

Ciao Marco, ci siamo conosciuti anche noi a Colonna, ricordi? Ero li che sistemavo la linea di partenza e son venuto da te a presentarmi e a dirti che gli altri amici bloggers erano arrivati. Complimenti per la tua simpatia e disponibilità. Spero ci siano altre occasioni per incontrarsi. Intanto saremo a tarquinia a sostenerti....ovviamente con la maglia azzurra dei Blogtrotters.
Andrea di Andrea&Ivana (La bacheca di villa torlonia)

Marco ha detto...

Caro Mathias, se l'Italia va male forse è colpa anche di queste piccole cose. La TV enfatizza mostri che non hanno da insegnare nulla, semmai solo a diseducare, mentre non accenna neanche alle imprese dei grandi "eroi" sia sportivi che umani. Su Gebre non avrebbe dovuto raccontare molto, solo mostrare la luce dei suoi occhi ed il suo splendido sorriso. Un Campione a 360° davvero. Un caro saluto P.S.: Credo che un giorno si riuscirà a correre la Maratona sotto le 2 ore, ma dovrà passare ancora del tempo. Quanto non lo so!

Marco ha detto...

Caro Gian Carlo, sei troppo buono con me. Disponibili dentro si nasce, così come Campioni. Io non credo di essere un Campione, semmai solo una che prova a correre più forte che può, ma ti giuro che ci metto tutto me stesso per cercare di essere disponibile e leale con il prossimo. Un caro saluto

Marco ha detto...

Cari Andrea ed Ivana grazie a voi per tutto quello che avete fatto. Siete riusciti ad organizzare ogni cosa per il meglio mostrando ogni volta il sorriso sulle labbra. E questo contribuisce alla serenità di chi deve correre. Ci vediamo a Tarquinia, con la maglia de BLOGTROTTERS naturalmente. Un caro saluto

Andreadicorsa ha detto...

per caso vi eravate illusi che qualcosa fosse cambiato? la maratona? il 95% della gente non sa neanche quanti km e' lunga, figurarsi se ne parlano in televisione, tanto meno adesso che non c'e' neanche piu' un italiano di livello TOP che la corre......
in Italia c'e' solo il pallone!
evviva noi poveri podisti

Marco ha detto...

Caro Andrea, è proprio così. Non ci resta che farci il tifo da soli: "Viva noi poveri podisti". Un caro saluto e complimenti per Berlino. Tu puoi dire io c'ero quel giorno lì quando Gebre...